Crea sito
Get Adobe Flash player

Lascia un saluto… no spam!

Il mio banner


Copia il codice qui sotto per prelevare
il mio banner versione Miu fantasy,
sarei contenta se mi lasciassi
un messaggio per dirmi che l'hai prelevato.

Misure 250x100px





Copia il codice qui sotto per prelevare
il mio banner versione Love fantasy,
sarei contenta se mi lasciassi
un messaggio per dirmi che l'hai prelevato.

Misure 250x100px




Copia il codice qui sotto per prelevare
il mio banner versione Sirena,
sarei contenta se mi lasciassi
un messaggio per dirmi che l'hai prelevato.

Misure 250x100px




Copia il codice qui sotto per prelevare
il mio banner versione Alice,
sarei contenta se mi lasciassi
un messaggio per dirmi che l'hai prelevato.

Misure 250x100px




Copia il codice qui sotto per prelevare
il mio banner versione Love,
sarei contenta se mi lasciassi
un messaggio per dirmi che l'hai prelevato.

Misure 250x100px




Copia il codice qui sotto per prelevare
il mio banner natalizio,
sarei contenta se mi lasciassi
un messaggio per dirmi che l'hai prelevato.

Misure 250x100px

Almanacco

----------------------------------------------------
Tutti i gadgets presenti in questo blog e molti altri,
li trovate Qui oppure in tema delle feste Qui !!
Visitate entrambi i siti ci sono tantissimi gadgets
PRELEVABILI , FUNZIONANTI E FREE!!
----------------------------------------------------

Film Aladdin 2019 – Recensione

Buon Pomeriggio!

Settimana scorsa avete fatto le corse per poter vedere Aladdin? Ebbene si, io sono stata una di quelle persone che volevano vederlo assolutamente e soprattutto usufruire della sala grande, perché diciamola tutta i colori di questo film meritavano uno schermo “gigante”.

A mio avviso è un film meraviglioso, non ci sono chissà che effetti speciali, ma i colori degli abiti, del deserto e le ambientazioni, a me personalmente hanno fatto sognare.

Quelle che ricordavo più di tutte erano le canzoni, che come la bella e la bestia sono state mantenute quasi intatte.

Ironico e ben costruito, vivace nelle scene e soprattutto anche se conoscete il cartone sarà come vederlo per la prima volta.

Il personaggio che ho amato (come tanti anni fa) è stato il genio, un meraviglioso W. Smith che ha reso il film spettacolare.

Si, il genio della lampada non avrei potuto associare se non a lui. Mentre Jafar, lo ricordavo più vecchio, ma fa nulla alla fine ha reso benissimo il personaggio.

Splendido ed adatto a tutti §(piccoli ed adulti).

Se non lo avete ancora visto, correte e non vene pentirete!

Trama:

Aladdin, il film Disney live-action diretto da Guy Ritchie, vede protagonista il personaggio del titolo (Mena Massoud), un amabile ragazzo di strada ansioso di abbandonare la propria vita da furfante poiché convinto di essere destinato a qualcosa di più grande. Dall’altra parte della città di Agrabah, la figlia del Sultano, la Principessa Jasmine (Naomi Scott), coltiva a sua volta i propri sogni. Desidera una vita fuori dalle mura del palazzo e vorrebbe utilizzare il proprio titolo nobiliare per aiutare gli abitanti di Agrabah, ma suo padre è troppo protettivo e la sua dama di compagnia Dalia (Nasim Pedrad) non la perde mai di vista. L’obiettivo del Sultano (Navid Negahban, voce italiana di Gigi Proietti) è trovare un marito adeguato alla figlia, mentre il suo leale e fidato consigliere, il potente stregone Jafar (Marwan Kenzari), è frustrato dall’atteggiamento passivo del Sultano nei confronti del futuro di Agrabah ed escogita un piano per impadronirsi del trono.

Quando Jasmine visita il mercato travestita da popolana, Aladdin viene in suo soccorso e rimane subito colpito dalla sua bellezza e dal suo spirito impetuoso, pur non avendo alcuna idea della sua vera identità. Dopo averla seguita a palazzo, viene coinvolto nel piano malvagio di Jafar ed entra in possesso della magica lampada a olio di cui lo stregone voleva impadronirsi: accidentalmente, Aladdin evoca il Genio (Will Smith) che vive all’interno della lampada. Il Genio è un essere pittoresco e straordinario ed esaudisce il desiderio di Aladdin, che vuole diventare una persona degna dell’amore di Jasmine e del rispetto del Sultano: il principe Alì. Mentre Aladdin e il Genio diventano amici, anche Jasmine subisce il fascino del ragazzo. Insieme i due si imbarcheranno in una pericolosa ed elettrizzante avventura, che metterà alla prova la loro fiducia in se stessi e l’amore che nutrono l’uno per l’altra.

 

La canzone che mi assilla da allora… aiutatemi!!!

Esci dal mio cervello!!!

 

w…w…w…Wednesday! 10.04.19

Perchè lo chiami mercoledì se in realtà posti di giovedi?

Perchè sono un genio del male!

ahahaahahahaahah

Beh fondamentalmente perchè oggi sono riuscita a star seduta al pc!

Ieri ho lavorato h24 e stamattina finalmente tornata a casa ho dormito e ora vi sorbirete questa rubrichetta, non per nulla conosciuta e soprattutto non usata da tutti (instagram e youtube comprese).

Ieri in verità avrei potuto postare dal portatile se solo me lo fossi portato a lavoro, ma poichè il meteo sul mio iphone dava temporali a murì e la gif di Noè mi salutava festoso e felice dalla sua arca, io mi sono equipaggiata tipo fuggita da Venezia con l’acqua alta pronta per probabili annegamenti anche al prontossocorso. RISULTATO: IL PC SI BAGNA, RESTA A CASA!

Invece, sole e cielo azzurro.
Ora vorrei capire come fanno le previsioni meteo, così giusto per capire…

Sono bellella…yah!

E questo è un chiaro segno delle cospirazioni complottistiche contro la primavera!

Rubrica che riepiloga le mie letture passate, presenti e future con le domande: What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?), What did you  finish reading? (Cosa hai finito di leggere?) e What do you think you’ll read next?(Cosa  pensi leggerai in seguito?

Quindi…

COSA HO FINITO DI LEGGERE?

La corte di rose e di spine: Un romanzo che ho letto per due ragioni, la prima perchè parlava del mondo delle fate e secondo perchè tutti in rete hanno frantumato col fatto che lo avevano letto in lingua originale e che era imperdibile.

 

COSA STO LEGGENDO?

La musa degli incubi: Un romanzo , secondo della duologia della Laini, di cui ho amato il primo Il sognatore  , credo mi regalerà grandi soddisfazioni letterarie.

 COSA LEGGERO’?

Figlie di una nuova era: un libro che mi incuriosisce moltissimo, soprattutto per la capacità di seguire la vita di queste quattro donne dal periodo della seconda guerra mondiale fino a quasi i giorni nostri , anch’esso in trilogia.

Sono andata sulla fiducia questo mese, tre su tre, saranno disattese?Chissà…

Per ora vi mando tanti cari saluti e ci leggeremo presto…

 

Recensione “Il Cavalere d’Inverno” di Paullina Simons

Un libro che ho letto l’anno scorso e che mi è piaciuto tantissimo è stato :Il cavaliere d’inverno

Io amo moltissimo leggere e grazie ad un app ( GoodReads ) sono riuscita a tenere sott’occhio le mie letture di un anno intero, ebbene l’anno scorso sono riuscita a leggere 70 libri, malgrado i tutto (soprattutto i turni di notte hanno giocato un ruolo importante, quello di tenermi sveglia ^_^ ) , quest’anno ho deciso di leggere 80 , ci riuscirò ? Chissa’!! Vi farò sapere a fine anno!!!

Per me leggere è più interessante di vedere un film ,perchè i luoghi e i personaggi te li crei nel tuo universo immaginario ed è bellissimo far correre la fantasia.

A me piacciono tanti generi letterali, non solo i thriller/gialli , ma anche i romanzi classici, i fantasy, gli urban fantasy, romance , avventura, graphic novel , horror e manga (^_^)

Insomma divoro qualunque elemento cartaceo a portata di tablet/mano .

Vi parlerò di un libro che nonostante sia un romance mi è piaciuto, perchè era anche storico, cioè era ambientato nel periodo del secondo conflitto mondiale, un periodo che storicamente ho letto molto e che mi interessa molto, malgrado io aborra i romanzi storici!

Trama:

Leningrado, 1941. In una tranquilla sera d’estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell’Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta subito un’attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l’assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.

 

Diciamo che io amo il periodo storico in cui si ambienta la narrazione, ovvero la seconda guerra mondiale, forse complice gli innumerevoli racconti ascoltati da coloro che l’hanno vissuto , i romanzi letti e i film visti, che io onestamente mi ci sguazzo all’interno. Poi se uniamo ambientazione russa, mi sciolgo in un brodo !!

Si sono masochista... cagga' fa e ... IL MIO SGUARDO SI ACCENDE!

 

Avevo comprato  Il cavaliere d’inverno tipo dal 2017 e l’ho letto solo l’anno scorso, tutto è cominciato all’ aeroporto, l’ho portato con me ed è stata una piacevole compagnia durante i miei scali, l’ho letteralmente amato e mi chiedo perchè non averlo letto prima e averlo fatto marcire nella libreria.

Quello che ti resta marchiato a fuoco dentro è la sensazione di aver vissuto con i protagonisti tutte le emozioni, come se anche voi aveste provato le loro paure, le loro ansie, le loro felicità e i loro dolori, la disperazione e la speranza.

L’amore che sboccia tra l’ingenua Tatiana Metanova e l’ufficiale Alexander Belov vi farà sicuramente amare follemente questo romanzo, soprattutto tutte le descrizioni che l’autrice ci regala, è come stare all’interno della scena appena letta.

Era una giorno perfetto. Per cinque minuti non ci fu nessuna guerra, in quella magnifica domenica di giugno a Leningrado. Alzando gli occhi dal gelato, vide un soldato che la fissava dall’altra parte della strada. […] Rimasero a guardarsi per un attimo, ma un attimo di troppo che parve un’eternità .

 

Era il 22 giugno del 1941 ed il destino farà incontrare la giovane vestita con un abito bianco con rose rosse e un alto e bell’ufficiale dell’armata rossa con gli occhi color caramello, quel giorno il destino gioca con le loro vite, facendoli incontrare nello stesso giorno in cui Hitler decide di invadere con le truppe tedesche la Russia e sconvolgere il mondo tranquillo in cui aveva vissuto fino ad allora Tatiana. 

Ci verranno presentati una serie di personaggi che renderanno il mai una gioia un vero e proprio motto di vita per questo romanzo. Cominciando dal gemello Pasha, alla sorella maggiore Dasha, il padre e i nonni (che per me erano i personaggi migliori di tutto il romanzo) e la madre. Direi che il padre e la madre molto marginali nella storia, diciamo che non ci daranno nulla per cui poterli ricordare.

E’ un colpo di fulmine a farli innamorare e il mai una gioia accompagnerà l’intero romanzo, non vi lasciate abbindolare dall’inizio del romanzo. Però vi posso dire che nonostante tutte le difficoltà lo amerete, credetemi.

«Sarà meglio che tu resti vivo per me, soldato, perché io non posso andare avanti senza di te.» Quelle erano le parole che gli disse, con gli occhi fissi sul suo volto e le mani appoggiate sul suo cuore. Lui si piegò e le baciò le lentiggini. «Non puoi andare avanti, mia regina della ruota del lago Ilmen?» Scosse la testa sorridendo. «Troverai un modo per vivere senza di me. Troverai un modo per vivere la vita di entrambi», le disse davanti al fiume Kama che scorreva dai monti Urali verso un piccolo villaggio nei boschi di pini chiamato Lazarevo, un tempo, quando erano innamorati, quando erano giovani.

Devo ammettere che ero un pò scettica comprando questo libro, poichè non ho mai amato i libri Romance, credevo che l’ambientazione ed il periodo storico in cui si svolgeva la storia non fosse così reale e sapientemente descritto, tanto da farvi provare tutta la disperazione dell’inverno russo e della fame della guerra, della paura del regime sovietico di quei terribili periodi, mi son dovuta ricredere.

Ci si rende conto della vera fame di quei terribili tempi di razionamento di cibo, appena 125 grammi di pane al giorno, composto per lo più da cellulosa e segatura a causa delle scarse scorte di grano e il continuo morire della gente lungo le strade e gli appartamenti, sia di fame, di malattie che sotto le bombe. Questo libro può essere un buon testo (per un pubblico lettore maggiorenne, per alcune scene descritte!!) per approcciarsi al periodo storico senza essere scioccato già dall’inizio sugli orrori della storia come un “se questo è un uomo di Primo Levi”, perchè per leggere quest’ultimo dovrete avere le spalle ben forti per sopportare le brutture, realmente accadute e che vi cambieranno, credetemi dentro , nel profondo.

La guerra era il caos cosmico, un disordine martellante che annientava lo spirito, che spazzava via gli esseri umani e li lasciava insepolti sulla fredda terra. Tatiana era l’ordine. Era materia finita in uno spazio infinito.

Quindi per cominciare sia questo romanzo che la ladra di libri, vi potrebbero portare per mano in questo grande teatro storico, ma con dolcezza, prima di approcciarvi ai sacri testi.

Io sono convinta che sia il Cinema che la Letteratura, possano essere di grande aiuto alla scuola per insegnare alle generazioni giovani la storia, perchè adesso i tempi sono cambiati e approcciarsi con una sola disciplina risulterebbe essere solo riduttivo.

In questo romanzo l’autrice è solo una muta testimone, e la storia di Shura e Tatiana la vera protagonista di tutto il racconto , anche se si percepiscono note di rabbia dell’autrice verso Stalin e verso il regime anzichè verso Hitler, ad alimentare il mai una gioia ci regala un personaggio disturbo più odioso che io abbia mai incontrato l’anno scorso … beh c’è un altro, ma ne parlerò in un secondo momento, un personaggio che io ho letteralmente odiato per tutte le benedette pagine.

 

Dimitri Černenko, il personaggio più insulso, cattivo e fastidio della letteratura 2018. Abbattetelo!!

Viscido, opportunista, cattivo, invidioso che vi farà prudere le mani dalla voglia di massacrarlo e lasciarlo lì a terra M-O-R-T-O ! L’autrice è stata bravissima per averci descritto e donato un personaggio così amabile e ben caratterizzato.

I personaggi , tutti devo essere sincera, sono ben caratterizzati, non sono solo un coro di fondo alla storia principale, ma sono anche loro pieni protagonisti delle vicende, tutti a causa della guerra sono costretti a crescere e Tatiana diventerà ben presto da ragazzina a donna , ma nonostante la fame, il freddo e la disperazione, noi la percepiremo sempre come seduta alla fermata del bus, col suo abito bianco a fiori rossi con il suo gelato al gusto crème brulée , come la vide Shura quel 22 Giugno.

L’amore é rimanere sola a leggere in pace per un’intera estate. L’amore é dormire fino a tardi. L’amore è il gelato al gusto crème brûlée

Ho amato molto di entrambi i protagonisti, soprattutto la testardaggine di Tatiana, il suo carattere che si rafforzerà pagina per pagina, farà crescere con lei il lettore, anche Alexander mi è piaciuto soprattutto nel volerla proteggere da tutto, come se fosse il dono più bello che avesse ricevuto, come se fosse un fiore prezioso. Destinati a trovarsi e a completarsi, come le mele di Platone, destinati ad amarsi per sempre, nonostante tutto…

«Ho trovato il vero amore sulle rive del Kama.»
«Io l’ho trovato in via Saltjkova-Scedrina, mentre mangiavo il gelato seduta su una panchina.»
«Non mi hai trovato, Tatia. Non mi stavi neanche cercando. Sono io che ti ho trovata.»
«Tu mi… stavi cercando?»
«Da una vita.»

Primo di una trilogia, di cui io ho letto anche il secondo tomo, vi regalerà anche frasi che vi rimarranno nel cuore anche se è un romance, perchè le belle storie nascono anche quando meno te lo aspetti e mai dare nulla per scontato…

 

Soldato, lascia che ti accarezzi il viso e baci le tue labbra, lasciami urlare attraverso i mari e sussurrare attraverso i prati ghiacciati della Russia quello che sento per te… Luga, Ladoga, Leningrado, Lazarevo,… Alexander, un tempo tu mi hai portata e ora io porto te.

 

VOTO FINALE

★★★★★/5

Siamo tornati! Aggiornamento Sezione Pasqua, Easter Design

Risalve a tutti!

Non passo da un anno nel mio blog, ma è stato un anno pienissimo dal punto di vista lavorativo ed è ancora intenso, ma vorrei riprendere i miei hobbies(grafica soprattutto, perchè i film , i libri e i viaggi non sono mancati) .

E’ così bello dedicarsi a ciò che ci piace e perchè rinunciarci?

Devo ammettere che ricordo ancora molto bene sia l’HTML che i programmi di grafica, ergo mi rimetterò all’opera!

E con che cosa si ritorna?

Con l’aggiornamento del sito di grafica, sezione Pasqua, rimodernata solo nella struttura , i gadgets sono tutti nuovi perchè l’anno scorso non erano stati messi on line, perchè non ero in Italia.

Ritorneremo conn gli aggiornamenti grafici, recensioni libri, recensioni film e telefilm, recensioni articoli da regalo.

Con la primavera alle porte , ho voluto rallegrarlo con colori pastello, vecchie immagini watercolor e tanto amore per i disegni, non trovate?

Spero vi piacciano e vi presento un assaggio del nostro sito.

Un abbraccio e una serena pasqua a tutti!

Orologio Parfois Rose Gold

855ed313c1f6d5573b55ee5ef8dca63eE’ tardi …è tardiiiii!” Ripeteva il Bianconiglio ad Alice nel “paese delle meraviglie” , ed io fan di Alice/bianconiglio (perchè io, ossessionata dalla puntualità mi sento tanto bianconiglio!!) e amante degli orologi, potevo mai esimermi dall’acquisto di un orologio rosa gold? Tutto tempestato di zirconi nella ghiera?

Certo che no!!! Amante degli orologi non potevo farmelo sfuggire, questo orologio di marca Parfois l’ho acquistato in Spagna, ma lo potrete trovare anche su Amazon , un orologio molto classico ed elegante, analogico.

La cassa di oro rosa , con numeri romani ch indicano le ore, porta la ghiera tempestata di zirconi, quadrante in vetro, al quarzo, il cinturino color Taupe, martellato. Il prezzo è di 36,99 euro con spese di spedizione di 4,50 euro di tipo standard.

Un orologio adatto ad essere utilizzato per la sera, per lavoro e per una passeggiata, non impegnativo , ma classico che donerà eleganza al vostro polso.

Mi raccomando abbinare obbligatoriamente bracciali e anelli oro rosa.

Vi lascio alle foto del mio a Parfois .

1_messanger4_messanger

 

Vi dò alcuni suggerimenti bracciali da abbinare:

 

Borsa Catalina Estrada un marchio spagnolo da non perdere

83d34420d5aa70fbd252d5a45f5e3341Ben ritrovati sul mio blog. Da molto che non lo aggiorno, tra lavoro e vacanze sono mancata un bel pò di tempo. Ritorno però con tante,anzi tantissime novità, sia di viaggio (consigli) che di novità inerenti lo shopping. Quest’anno sono stata per 11 gg in Spagna , sono tornata in una delle terre a mio avviso più belle dell’Europa, quest’anno mi son dedicata alla Spagna del nord-est , ovvero Saragozza e dintorni , alcuni dei prodotti che vi recensisco sono di marche trovate in Spagna. Per ravvivare i vostri outfit e per farvi conoscere nuove ed interessanti marchi.

Il primo di oggi è una linea di borse (realizzano anche cover cellulari, biancheria per stanza da letto, valigie, ombrelli) , vi parlo appunto di CATALINA ESTRADA un marchio che fa riferimenti a prodotti realizzati in base a disegni di questa illustratrice. Se vi interessa realizza anche prodotti per la scuola ,zaini e qui mi rivolgo a tutte le ragazze che vogliono essere alla moda, insomma hanno una buona quantità di prodotti a prezzi medio alti. Considerando che sono di eco pelle , ma molto colorati e di tendenza.

Ho acquistato questo articolo quest’estate e devo dire sono molto contenta, ho preso una borsa con i colori del rosa e del bianco  ghiaccio, molto capiente che mi permette di utilizzarla ancora in queste giornate calde, per il lavoro, per piccole gite o potrebbe essere anche una bella borsa per le ragazze che tornano a scuola.

  • Tracolla di 35 x 26 x 14 cm realizzata in pelle sintetica
  • Tre scompartimenti con tre tasche interne, una con cerniera
  • Tracolla regolabile per maggiore comodità
  • Catalina Estrada
  • Prezzo  44,95 Euro

Ha delle ottime rifiniture, una graziosa fodera colorata che spicca dall’interno quando viene aperta. All’interno una tasca con zip e altre due tasche per alloggiare cellulare o chiavi.Molto belle le chiusure a forma di fiore e tutte le cerniere sono in colore argento. Leggera, dotata di una tracolla regolabile, il tessuto è un pò rigido, ma nel complesso resta morbida, resiste quindi agli urti ed ha una superficie lavabile e non assorbente. Restano molto belle le cucitura a vista. Il pacco arriva subito, spedizione sicura e ben imballate, un ottimo acquisto che vi consiglio. Se volete vederle cliccate sul nome qui sotto per arrivare su Amazon.

Sotto allego le foto del prodotto che ho acquistato. Questo marchio nei negozi italiani non si trova.

Vi   ricordo anche l’opzione Amazon Prime , infatti se siete iscritti vi consiglio di attivare il profilo prime, bastano pochi click ed è gratuito per 30 giorni nei quali puoi recedere con un semplice click, questo serve per avere la merce acquistata in un giorno lavorativo e con spedizione gratuita e potrete effettuarla rapidamente da questo link : CLICCA QUI  

CATALINA ESTRADA BORSA MESSANGER

1_messanger 2_messanger 3_messanger 4_messanger

 

 

Recensione film Wonder Woman

53125E sabato 10 giugno sono andata al cinema a vedere? Wonder Woman!!!

Che tutto sommato da scettica entrata in sala, dopo mi son ricreduta, un  gran bel film, con una bellissima storia da intrighi nazisti e storia d’amore.

L’unica cosa che non mi è piaciuta devo essere sincera sono stati i salti e le piroette della nostra protagonista (o delle colleghe amazzoni) perchè mi dava l’impressione che avessero leggermente esagerato.

In alcuni tratti ironico il film , poichè non scevro di battute e quindi molto piacevole da gustare al cinema (anche se non avete visto “Superman vs Batman”) , poichè narra delle vicende accadute prima (39′) non sentitevi legati alla visione dell’altro film.

Un buon film.

Trama:Potenza, grazia, saggezza e meraviglia: qualità ispiratrici intrinseche di una delle più grandi supereroine di tutti i tempi, famosa in tutto il mondo come Wonder Woman. Rinomato e durevole archetipo della DC oltre che simbolo globale di forza ed uguaglianza per oltre 75 anni – come e quando lo è diventata e perché il benessere della razza umana è diventato così importante per lei?
Nata Diana di Themyscira, principessa delle amazzoni, e cresciuta su un’isola paradisiaca al riparo dal mondo esterno, fin da bambina la futura Wonder Woman (Gal Gadot) è stata protetta dalle attenzioni di sua madre, la regina Hippolyta (Connie Nielsen), e del suo popolo. Ma ciò non significa che non abbia dovuto affrontare prove durissime. Il faticoso allenamento tradizionale per diventare una combattente invincibile, per lei è stato cinque, dieci volte più aspro di quello di qualsiasi altra giovane amazzone, eppure le ha permesso di scoprire le sue doti nascoste, abilità innate fuori del comune persino su un’isola di grandi guerriere. I poteri la investono di una responsabilità che sconfina dal suo piccolo regno e l’arrivo del pilota americano Steve Trevor (Chris Pine), costretto a un atterraggio di emergenza sulle coste di Themyscira, la mette di fronte a una verità che non può ignorare: tra gli uomini imperversa un atroce conflitto mondiale e Diana è decisa a intervenire. Cresciuta con lo spauracchio della storia di Ares, di come il dio della Guerra ha corrotto gli uomini, di come fosse responsabilità delle Amazzoni distruggere lui e tutto ciò che rappresenta, che la loro missione era di portare pace e amore tra gli uomini, Diana è convinta di poter fermare la minaccia, al fianco dell’uomo appena conosciuto, e così lascia la sua casa per la prima volta nella vita, diretta verso il mondo degli uomini di cui ha sentito parlare soltanto nelle fiabe. Armata di scudo, spada, lazo e tiara, sbarca nella Londra del 1918, dove assume l’identità di Diana Prince e viene a patti con gli stretti tailleur militari dell’epoca. Alla fine della farsa, la principessa delle amazzoni si trasformerà nella supereroina Wonder Woman, per sconfiggere il perfido villain Doctor Poison (Elena Anaya), dottoressa assoldata dall’esercito tedesco per sviluppare micidiali composti chimici, e porre fine alla sanguinosa guerra. Al fianco della statuaria guerriera, per aiutarla a orientarsi prima nella vecchia e polverosa capitale inglese, poi nell’oscura campagna belga, ci sarà l’affidabile e capace segretaria di Trevor, Etta Candy (Lucy Davis), giovane risoluta ed esempio di donna moderna (per il 1918); e la coppia di soldati reietti composta dall’artista della truffa Sameer (Saïd Taghmaoui) e dall’ex cecchino rissoso Charlie(E wen Bremner). L’attore Danny Huston, invece, interpreta il grande cattivo del film, il maniacale Generale Ludendorff, cuore di tenebra e vero burattinaio di Poison.

tratto da coming soon

Recensione Mummia (2017)

c8tvyd8voaain_pSabato sera sono andata a vedere la Mummia, con Tom Cruise, un film attesissimo per me che amo sia l’attore che questo genere di films e devo ammettere non mi delusa , assolutamente!

Un film fatto benissimo soprattutto per gli effetti speciali (al mio fidanzato è piaciuta la scena dell’aereo che precipita), con una piccola citazione ai films precedenti (libro di Amon-Ra che cade ed è quello delle tre vecchie pellicole).

Il film è piacevole e non scevro di colpi di scena e di grandiose scene in cui la maestria degli effetti speciali si fanno sentire (tipo tempesta di sabbia generata dallo sbriciolare dei palazzi).Dicono che questo film dovrebbe essere il primo di una serie (tipo quelli Marvel) dedicato ai cattivi, infatti è tutto da scoprire chi sia Henry (Russel Crowe) , vi stupirà e forse vi farà capire un pò di cose su questa futura serie (?).

 

Un film da vedere, ve lo consiglio vivamente se siete appassionati del genere, nelle sale dall’8 giugno.

Trama:Nick (Tom Cruise) è un ex soldato decorato trasformatosi col tempo (e per motivi non del tutto chiari) in un poco di buono. Un po’ tombarolo, un po’ trafficante di antichità, Nick è a caccia di tesori ovunque essi si trovano, compreso l’Iraq dei giorni nostri scosso dalla guerra. Convinto di aver trovato la mappa che conduce ad un’antica città ricca di prezioni, Nick trascina il suo amico Veil in una zona di guerra, ma quando tutto sembra andare male i due scoprono effettivamente quella che a tutta prima sembra una tomba, ma che si rivelerà essere una prigione. Al suo interno è conservato il corpo della principessa Ahmanet (Sofia Boutella), destinata a diventare la regina d’Egitto e poi scavalcata nell’asse ereditario da un fratello nato dalla relazione del padre con una concubina. Decisa a riprendersi ciò che le spettava, Ahmanet aveva stretto un patto con Seth ma era stata imprigionata prima di poter completare il rituale che avrebbe permeso al dio di prendere forma umana.

Portando alla luce il suo sarcofago Nick, Veil e l’archeologa Jenny (Annabelle Wallis) risvegliano Ahmanet e la sua ira, pronta a scatenarsi su tutti loro. Ahmanet vuole portare a termine quanto iniziato secoli prima, coinvolgendo Nick in qualità prescelto destinato ad accogliere Seth nel suo corpo. Perché il l’incarnazione si compia manca però un dettaglio, un prezioso pugnale indipensabile per il rituale. Il pugnale, o per meglio dire una parte di esso, si trova a Londra ed è proprio nella città inglese che Nick e gli altri finiscono. Ad attenderli c’è anche il misterioso Henry (Russel Crowe), mentore di Jenny, che ha più di un segreto da nascondere e un’idea molto precisa di come sbarazzarsi della mummia, peccato che queste preveda la dipartita del povero Nick. Ma come si fa a sconfiggere qualcuno che è già morto e che è l’incarnazione stessa del male? Come è possibile liberarsi di una maledizione che dura da secoli?

 

 

Vacanza al mare? Tuffati nelle acque blu di Santorini – Grecia

Vi segnalo sempre di questa bella iniziativa di booking che potrete avere tramite il nostro blog o tramite la nostra pagina facebook. Potrete ottenere sulla vostra prenotazione viaggio/weekend un rimborso di 15 euro a soggiorno/viaggio goduto (NON BONUS, MA SONO EFFETTIVI 15 EURO). Basterà cliccare su questo link e registrarsi sulla pagina che appare , il link vi guiderà  su booking.com , siete pronti a partire? CLICCATE QUI

Avete già pensato a qualche meta? Oggi io vi vorrei consigliare una meta bellissima, in cui immergervi almeno per sette giorni e dimenticarvi dello stress del quotidiano.

Santorini, Grecia. Un isola immersa nell’azzurro più intenso,è la più meridionale isola dell’arcipelago delle Cicladi, nel mare Egeo. La sua superficie è di 79,194 km². Il nome Santorino, per corruzione di Sant’Erini, le fu dato dai Veneziani in onore di Santa Irene, martire del 304, a cui era dedicata la basilica di Perissa, villaggio nella parte sud-orientale dell’isola. Dal punto di vista amministrativo rappresenta parte del comune omonimo, nella periferia dell’Egeo Meridionale.
È un’isola vulcanica, originariamente circolare, con una laguna marina interna ed un ampio cratere, posto circa 20 km a sud-ovest dalla costa interna proprio al centro della laguna. L’acqua del mare penetrava attraverso l’unica via d’accesso ai porti interni, delimitata ai lati da due scogliere.

Il capoluogo dell’isola è Fira.Il secondo centro abitato che si trova a nord dell’isola è Oia (si legge Ia), antico centro rinomato per i suoi mulini a vento e da cui si possono ammirare i tramonti sul mare Egeo.Un’altra località dell’isola è Imerovigli, vicino a Fira, la quale è conosciuta per il suo panorama e per i suoi tramonti.

Il punto più alto dell’isola è il monte Profitis Illas a 567 m. È un piccolo vulcano con una piccola caldera.

La principale risorsa economica è data dall’esportazione della pozzolana e dei vini pregiati. Nell’isola si produce un ottimo vino dal sapore dolce e molto corposo, il Vin santo, da non confondere con l’omonimo vino toscano. Santorini è anche una rinomatissima località turistica.L’isola fu sventrata in parte da un’apocalittica eruzione del vulcano avvenuta intorno al 1627 a.C. (datazione stabilita da Manning, nel 2006, attraverso accurate analisi al C14 e dendrocronologiche) e invasa successivamente quasi del tutto dal mare.

Fu la più imponente eruzione avvenuta in Europa documentata in epoca storica e, secondo alcune teorie, avrebbe avuto conseguenze devastanti per la civiltà minoica, della quale sarebbe stata la principale causa dell’inizio del completo declino; secondo studi recenti, l’eruzione del vulcano provocò dapprima una pioggia di pomici e ceneri, poi piovvero massi più grossi e infine la caratteristica pomice rosa che ha reso celebre l’isola. Quindi il vulcano esplose: un getto di materiali compressi e di gas surriscaldati raggiunse la stratosfera ad una velocità di 2000 km/h facendo udire i suoi boati dall’Africa alla Scandinavia, dal Golfo persico a Gibilterra. Le ceneri furono sparse per molti chilometri e trasformarono il giorno nella notte più cupa e alterarono, probabilmente, albe, tramonti e condizioni meteorologiche.

Alcune teorie basate sul rinvenimenti archeologici trovati a Creta indicano che uno tsunami, probabilmente associato all’eruzione, colpì le aree costiere di Creta e può avere duramente devastato gli insediamenti minoici anche se una più recente teoria ipotizza che molto del danno provocato ai siti fosse dovuto a un grande terremoto che precedette l’eruzione di Thera.

Nel 1967 nella località di Akrotiri, gli archeologi riportarono alla luce un’antica città, quasi completamente intatta e coperta come Pompei da antiche ceneri. Il ritrovamento fu catalogato come tra i più importanti nella storia dell’archeologia. Diverse case portate alla luce presentavano un sofisticato sistema idraulico, con bagni e acque correnti che defluivano in un perfetto sistema fognario. Questo sito testimonia una delle prime forme di ingegneria urbana mai scoperte nella storia.

(cenni storici tratti da wikipedia)

Incantevole al tramonto e passeggiare per le stradine la sera, immersa in un blu cobalto, le case bianche con i tetti blu, vi incanteranno. Io ve la consiglio, una splendida vacanza dove potervi divertire, vedere paesaggi mozzafiato e e tramonti spettacolari.

Porto 5° parte: Coimbra, la città universitaria

cf3ee6e8a6302e52e455eaf8162d3927Continua il nostro viaggio per il Portogallo del nord.

Vi segnalo sempre di questa bella iniziativa di booking che potrete avere tramite il nostro blog o tramite la nostra pagina facebook. Potrete ottenere sulla vostra prenotazione viaggio/weekend un rimborso di 15 euro a soggiorno/viaggio goduto (NON BONUS, MA SONO EFFETTIVI 15 EURO). Basterà cliccare su questo link e registrarsi sulla pagina che appare , il link vi guiderà  su booking.com , siete pronti a partire? CLICCATE QUI

Oggi vi porto tra le strade della terza città del Portogallo per grandezza , è stata in passato la capitale del paese e residenza reale prima che il potere passasse a Lisbona. Coimbra accoglie l’università più prestigiosa del Portogallo. Gruppi di studenti, con toghe (e mi è capitato di vederli) nere passeggiano o cercano di venderti spillette (come mi è capitato) è una delle sedi rinascimentali dell’università che sorge in cima alla collina , di cui ne rappresenta il centro. La parte bassa della città è bagnata dal fiume Mondego , su cui si affacciano stradine pedonali e bianche, è accompagnata la sua fama dal paradiso naturalistico, la foresta di Bucaco della vicina zona termale di Luso, a nord entrambe di Coimbra.

Università Coimbra -Foto personali

Università Coimbra -Foto personali

L’università è stata costituita nel 1537 dopo quella di Lisbona fu esiliata dopo il 1290.Per questo resta ancora chiusa e le tradizioni protette. Al’inizio di Maggio si può assistere alla Queima das Fitas , il rogo delle toghe e dei nastri delle facoltà per celebrare l’ultimo mese di studio intenso e di esami.

Dalla porta moresca, Arco dell’Almedina, si accede alla zona universitaria a ferro di cavallo , voluta dai Mori, infatti essa rappresenta la forza del califfato di Cordoba, da prima utilizzata dal re per residenza dal 1130 trasferendosi da Guimaraes e abbandonata nel XV sec, dal 1537 assunse la sua identità attuale.

Università Coimbra -Foto personali (sono di parte qui)

Università Coimbra -Foto personali (sono di parte qui)

Stili manuelini e barocchi si avvicendano, entrando nel cortile dalla porta di Pzza da Porta Ferrea , vi troverete davanti a giurisprudenza, la cappella di Sao Miguele (rinascinmentale e manuelina con pareti in parte ricoperte da azulejos, protagonista è l’organo finemente intarsiato) a sinistra la biblioteca di Joanina (barocca con circa 30.000 volumi e 5000 manoscritti), tra gli edifici le due Chiese di Sè Nova e Sao Salvador e la cattedrale di Sè Velha(romanica, antichissima del 1140 con decorazioni di piastrelle di Siviglia).

La città bassa si apre sulla piazza 8 Maio dove si apre l’importante Santa Cruz (custodisce le tombe dei primi re portoghesi) da non perdere il chiostro manuelino , vi segnalo inoltre il giardino botanico e la Casa Museo Bissaya Barreto.

Se attraversate la sponda del fiume troverete la chiesa di Santa Clara-A-Nova, delle suore clarisse, incantevole la tomba in argento e cristrallo della regina Isabel , santificata, santa patrona di Coimbra viene celebrata ogni anno pari a luglio con una processione.

Spero vi sia piaciuta la visita, vi lascio ad altre foto personali di coimbra e se vi è piaciuto il percorso e volete visitare il portogallo del nord vi segnalo questa splendida offerta:Una bella iniziativa di booking che potrete avere tramite il nostro blog o tramite la nostra pagina facebook. Potrete ottenere sulla vostra prenotazione viaggio/weekend un rimborso di 15 euro a soggiorno/viaggio goduto (NON BONUS, MA SONO EFFETTIVI 15 EURO). Basterà cliccare su questo link e registrarsi sulla pagina che appare , il link vi guiderà  su booking.com , siete pronti a partire? CLICCATE QUI

Per raggiungere Coimbra da Porto: Da Vila Nova de Gaia c’è un treno che con (8-15 euro vi porterà a Coimbra), treni frequenti (1h anche meno di viaggio).

Il percorso che ho scelto è stato grazie alla mia guida della National Geographic.

Coimbra strada che conduce alla piazza 8 Maio- Foto Personali

Coimbra strada che conduce alla piazza 8 Maio- Foto Personali

Coimbra piazza 8 Maio

Coimbra piazza 8 Maio – Foto Personali

 

Coimbra Santa Clara-A-Nova -Foto personali

Coimbra Santa Clara-A-Nova e fiume Mondego -Foto personali

 

Amica micetta di Coimbra - Foto personali

Amica micetta di Coimbra – Foto personali

 

Arcane Meraviglie

gif1 Arcane Meraviglie!
WebMaster MTgraphic - Fantasylandgraphic, che ha l'hobby della grafica, dell'Html e della fotomanipolazione!Una piccola oasi grafica e fantasy!

Amazon Prime


I clienti iscritti ad Amazon Prime possono beneficiare di:
• Consegne in 1 giorno lavorativo SENZA COSTI AGGIUNTIVI
• Migliaia di e-book gratuiti in italiano scaricabili (a prescindere).
• Prime Foto: spazio di archiviazione illimitato per le tue foto
• Accesso anticipato alle Offerte lampo su Amazon.it e accesso alle Offerte in Anteprima di Amazon BuyVIP dalle 22:00 del giorno precedente al loro inizio
• Amazon Prime è gratuito per 30 giorni, e puoi disdire quando vuoi in modo facilissimo. Superati i 30 giorni costa solo 19,99 euro l'ANNO

[su_button url="https://tinyurl.com/provamazonprime " target="blank" background="#9f3f5a" size="6"]Clicca qui [/su_button]
--------------------------------------------
Un giorno senza un sorriso è un giorno perso.
Charlie Chaplin!!
--------------------------------------------

Archivi Arcani


--------------------------------------------
Alimenta il nostro blog, commenta i nostri post!
I commenti sono linfa vitale !!
--------------------------------------------



booking

Ultime Recensioni Libri

wondrous_strange_livingston_fazi_fate



Wishlist : Libri

I libri che voglio acquistare/leggere


Ultime Recensioni Manga




Ultime Recensioni Anime

743b1abd76bc4fbe9b6df5427a0d08fb1459904360_full 75764l


Recensioni Viaggi

PORTOGALLO
portoporto
porto
GRECIA
Santorini

Marche Recensite



Recensioni e-commerce



Recensioni Film Cinema











Terminologia Moderna

OUTFIT: si intende un insieme di abiti e accessori che si indossano, o si potrebbero indossare.
FASHION: In Inglese vuol dire moda.
PACKAGING: Pacchetto, confezione, imballo, imballaggio
BRAND:Marchio o una marca famosa
FINISH: termine che sta letteralmente per “finitura” .
SMOKEY EYE:delineatore per gli occhi.
PRIMER: è un prodotto, solitamente in crema o in gel, che si applica prima del make up.

Terminologia Manga

- Kodomo (target: i bambini)
- Shōnen (target: i ragazzi adolescenti)
- Shōjo (target: le ragazze adolescenti)
- Seinen (target: ragazzi maggiorenni e uomini adulti)
- Josei o Redisu da "ladies" (target: ragazze maggiorenni e donne adulte)

Votami



Regole Arcane



° Prima regola: L'educazione! Poichè questa non è casa vostra siete pregati di non usare un linguaggio scurrile.
° Seconda regola: Non è gradito ne' lo spam ne' il blogwalking
° Terza regola: Non sono graditi ne' blog/siti a scopo di lucro e/o con contenuti pornografici ne' pedopornografici , razzisti o inneggianti a violenza singola o collettiva
° Quarta regola: Se siete qui per spammare o infastidire siete pregati di cambiar aria, poichè i vostri ip sono registrati all'ingresso del blog..
° Quinta regola : Gli scritti (che siano essi pensieri o poesie) e grafica presenti in questo blog, ove non sia specificata una diversa fonte, sono di mio copyright e non sono riproducibili( ne' interamente ne' in parte) senza il mio consenso e senza il mio copyright.
♥♥Grazie!!♥♥

Cosa offre il sito:

Vuoi aprire un sito e non conosci il linguaggio HTML?
Vuoi aprire un blog su blogger o su altervista e non ti piacciono i template di default?
Ti piace il genere Fantasy?
Vuoi pubblicizzare i tuoi lavori (Grafici/ Disegni o Dipinti/ Gioielli/ Decoupage ) e vorresti un sito su misura e non sai da dove iniziare?
Desideri dei WEB GADGETS unici per rendere speciale il tuo angolino nel web?

Sei nel posto giusto, CONTATTAMI!
Qui troverai l'anteprima di tutti i piu' bei prodotti grafici di Fantasylandgraphic - MTgraphic

Copyright



Licenza Creative Commons

Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia.

Questo template HTML è stato realizzato con un programma di autocomposizione specifico per wordpress e blogger .

Le immagini ed i gadget sono dove apposta la firma di MTgraphic per paternita' intellettuale della rielaborazione grafica.

Le immagini originali, trovate in rete, restano di proprietà degli autori.

"Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001"






Al Chiaro di Luna!
















Informativa estesa sui cookie leggi:
QUI